Aggiungi ai preferiti Aggiungi ai Preferiti       Segnala ad un amico Segnala a un amico!

I prodotti tipici della Campania

Pecorino di Laticauda Sannita

DOP
IGP
STG
Registrate
Mozzarella
In corso di registrazione
Pizza Napoletana
Il latte fresco appena munto o proveniente dalla mungitura precedente, è posto in una caldaia, viene riscaldato fino ad una temperatura di 35 o 40 gradi, quindi si introduce il caglio di agnello di Laticauda. In seguito alla rottura della cagliata, si formano dei piccoli grumi che asportati manualmente e pressati con le dita, fino ad ottenere una massa compatta. Il formaggio viene quindi messo in salamoia per essere commercializzato dopo tempi diversi a secondo della tipologia: fresco dopo due giorni, semistagionato dopo 2 mesi infine stagionato dopo minimo 4 mesi. Il formaggio ` considerato maturo quando comincia ad emettere delle goccie di liquido. Viene quindi unto con olio extravergine di oliva. Il pecorino di Laticauda si presenta di tipica forma cilindrica, con pezzature che vanno da 300 g per il formaggio fresco, fino a circa 5.5 kg per il formaggio stagionato. Esso presenta odore gradevole ed intenso di latte pecorino, ed un sapore leggermente piccante.

Storia

La pecora di razza Laticauda si pensa che abbia avuto origine nei territori della provincia di Avellino e Benevento, attraverso incroci casuali e non tra una popolazione locale a coda grossa, derivante dalla pecora Appenninica, e la pecora Berbera o Barbaresca di origine Nord-Africana. Da questa ha mutuato diverse caratteristiche tra cui la coda grossa, adiposa e espansa alla base, da cui il nome Laticauda latis (grossa) cauda (coda). logo dei prodotti DOP

Registrazione

La richiesta di riconoscimento della Denominazione di Origine Protetta al Pecorino di Laticauda Sannita ai sensi del Reg. CEE 2081/92, è all'esame del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali.
Elapsed: 0 m 0 s 0 ms

Tutti i contenuti sono © 2008 nonsolomozzarella.it oppure ritenuti di pubblico dominio
Valid HTML 4.01!  Valid CSS!